Autore

Head

Benvenuti nel mio blog! Sono Alessio Banini, nato nel 1983 in provincia di Siena. Nella mia vita, semplicemente, scrivo: oltre alla passione per i romanzi fantastici, mi occupo di contenuti editoriali per il web e collaboro con alcune testate giornalistiche. Vivo a Montepulciano assieme a una splendida moglie (Alessia) e due gatti molesti (Salem e Zanzibar). Sono laureato in antropologia culturale e cerco di inserire le tematiche della mia formazione all’interno dei miei romanzi, oltre a portare avanti alcune ricerche sociali e culturali nel territorio della Valdichiana.

Ho iniziato a scrivere fin da piccolo, come forma di espressione e di curiosità verso il mondo, per esplorare la realtà e la fantasia. È il motivo per cui lo faccio tuttora: so di non sapere, quindi la scrittura mi aiuta a continuare a guardare al mondo con occhi curiosi e un approccio positivo.

La mia passione è sempre stato quella di inventare storie e trovare il modo migliore per raccontarle. Che si tratti della scrittura di un romanzo, di uno storyboard per un fumetto, di un’avventura per un gioco di ruolo, dell’idea per una serie televisiva o un videogioco, non fa differenza. Per questo posso affermare di scrivere in continuazione, nel senso di ideare e raccontare storie, e spero di poterlo fare per tanto tempo ancora.

All’interno dei miei romanzi cerco di coniugare intrattenimento e riflessione, in modo che il lettore risulti affascinato da una narrazione avvincente, ma anche stimolato a degli spunti di approfondimento sui temi sociali e culturali del mondo che ci circonda. Scrivo narrativa fantastica, perché mi dona gli strumenti per parlare con un certo distacco dei temi che più mi stanno a cuore, come la religione, l’etica, il rapporto tra le etnie e le gerarchie di potere, senza esserne coinvolto nei dibattiti dell’attualità o nella prospettiva storica. Senza dimenticare il “Sense of Wonder”, tipico della letteratura di questo genere, che può essere usato per ritrovare il senso del meraviglioso anche nel nostro mondo, sempre più depresso e caotico. Perché la curiosità, mantenuta con un atteggiamento aperto e positivo, è il miglior antidoto all’incertezza dei tempi che viviamo.

Gli autori che considero fondamentali nel mio percorso di formazione come scrittore sono principalmente due: Neil Gaiman e Valerio Evangelisti. A questi aggiungo altre saghe che consiglio a tutti gli appassionati di narrativa fantastica: il Witcher di Sapkowski, i romanzi di Elric di Melniboné di Moorcock, il Malazan Book of the Fallen di Erikson e il ciclo di Ender di Orson Scott Card. E poi le grandi distopie del Novecento, che mi hanno iniziato al genere: 1984 di Orwell, Fahrenheit 451 di Bradbury e Brave New World di Huxley. La lista potrebbe essere molto più lunga, ma spero di poter essere inserito un giorno in questo elenco da parte di alcuni lettori!

Le mie pubblicazioni:

  • I demoni e l’Impero (2009)
  • La Razza Maledetta (2010)
  • Sangue Ribelle (2011)
  • Dopo la Mezzadria (2013)
  • La Strada Perduta (2014)
  • Il Carnevale delle Anime (2017)
  • Migranti, schiavi e bambini (2017)
  • Atlantidump (2018)

Le case editrici con cui ho collaborato: